• Isola Comacina lago di Como
  • Eiland Comacina Comomeer
  • Insel Comacina Comer see
  • Ile Comacina lac de C˘me

Isola Comacina

Antiche le origini dell'unica isola del Lario. Da taluni storici venne ritenuto che in lontanissimi tempi su essa fioriva una cittÓ: Comacchia. Distrutta questa ed emigrati al sud gli abitanti fondarono due villaggi: Como e Vico che, poi, congiunti divennero Como. Con la conquista romana, anche l'isola seguý la sorte di Como, ma sulla strada in cui confluivano tutti gli interessi vitali del tempo, ebbe la sua non lieve importanza. Si pensa sia stata popolata dai Greci qui portati dai Romani.

Divenne una specie di roccaforte della CristianitÓ. L'isola crebbe in potenza e gareggi˛ con Como al punto di schierarsi contro di essa, nella famosa guerra dei dieci anni, alleata con Milano. L'Isola Comacina, venne espugnata dai Comaschi nel 1169, ebbe smantellate le sue fortezze, distrutto il suo castello, demolite le sue chiese, messi in fuga gli abitanti scampati all'eccidio. Da allora, sulle rovine, crebbe l'erba e i secoli corsero.

L'isola pass˛ poi a diversi proprietari. Nel 1196 risulta appartenere al Vescovo di Como. Il Cav. Augusto Caprani di Sala Comacina acquist˛ interamente l'isola con l'atto di compera dell'ultimo lotto di terra nel 1911. Lo stesso la leg˛ per testamento alla MaestÓ di re Alberto del Belgio che, con un altro atto di donazione, leg˛ l'isola allĺItalia. Con decreto reale del 1927 venne eretta in Ente Morale, pass˛ sotto il patronato della principessa Maria JosÚ, governata da due Commissioni, una deliberativa a Roma col ministro della P.I. e l'ambasciatore del Belgio, l'altra esecutiva a Milano, col Presidente dell'Accademia delle Belle Arti e Console Belga.

Aveva per scopo la costruzione di soggiorni sull'isola per artisti belgi ed italiani, ma solo con l'intervento dei Cav. Eugenio Brenna, podestÓ dei Comune di Isola Comacina, si diede inizio alla costruzione di tre villette, su progetto dell'arch. Pierino Lingeri. I successivi anni di guerra le resero pressochŔ inabitabili. Ripresero ultimamente la loro funzionalitÓ per opera dell'attuale Presidente dell'Accademia delle Belle Arti, arch. Paolo Candiani.


« INDIETRO

 
Mappa:


Vedi anche:

 • Bellagio »
 • Menaggio »
 • Varenna »
 • Tremezzo »
 • Lenno »
 • Ossuccio »
 • Griante - Cadenabbia »
 • Lezzeno »
 • Sala Comacina »
 • Bellano »
 • Lierna »
 • Argegno »
 • Colonno »


lake Como tourism
tommstudio - Web Solutions
Via D.in Guerra, 36
Italy 22015 Gravedona (CO)
P.IVA 02948970138
email: info@tommstudio.it


Sitemap :: I servizi LarioOnLine

lago di Como -  lake Como -  Comer see -  Lac de C˘me -  Comomeer
OspitalitÓ lago di Como -  Guida turistica d'Italia -  Domaso Lago di Como
Gravedona Lago di Como -  Hotel, Camping, Appartamenti Domaso Lago di Como